Cambiamo vite, salviamo destini: cosa abbiamo fatto nel 2019, in pillole

23 marzo 2020
246 non è solo un numero ma, nel nostro caso, vuol dire musi, code, casa, libertà. Sono infatti 246 i cani che sono usciti da strutture pubbliche o private del Lazio grazie al lavoro di ACL onlus e che finalmente hanno una famiglia o stanno in luoghi migliori, pensioni e rifugi, in attesa di trovarla. Questo è stato il nostro 2019, fatto di impegno, lavoro, cambiamenti, lacrime e gioie.
Abbiamo riportato nel Lazio i 29 cani che, dal frusinate, erano stati deportati nel 2018 in Molise. (qui trovate la notizia). Una decina di loro ono stati adottati, gli altri sono monitorati in canile dai nostri volontari. Abbiamo difeso e promosso i diritti dei cani reclusi negli otto canili dove operiamo, chiedendo il rispetto della norma regionale che stabilisce gli standard minimi di cura e gestione. Abbiamo scritto lettere, partecipato a riunioni in Regione, a Roma, nei comuni del Lazio. Abbiamo dialogato con Asl, direttori sanitari, gestori di canili, dirigenti e amministratori per ottenere cure, corretta gestione, trasparenza, accesso ai canili. I nostri volontari macinano ogni mese migliaia di chilometri per fotografare e censire i cani, per fare appelli per la loro adozione. Siamo noi il loro tramite verso il mondo e solo così riusciamo a mandarli a casa.
Klarissa 2019

Klarissa, salvata da un durissimo canile in Molise, adotata in Trentino nel giugno 2019