Pippi, salvata dall’inferno di Cicerale

10 marzo 2009

Pippi trasportoLei è Pippi, una giovane lupetta di taglia media recuperata in gravissime condizioni dall’ACL sabato 28 febbraio dal canile sotto sequestro di Cicerale (SA) e ricoverata in una clinica romana, perché in condizioni d’impressionante magrezza ed evidente malessere.

L’erlichia non curata, infatti, le ha provocato una gravissima anemia a causa della quale ormai Pippi stava morendo nell’indifferenza totale.
A distanza di una settimana dal ricovero dalle analisi del sangue si evince che i valori stanno tornando finalmente nella norma. Le 3 foto, scattate sabato 7 marzo, mostrano Pippi un po’ più in forze.
Le ultime due foto sono quelle che tutti aspettavamo con ansia: Pippi è stata dimessa il 20 marzo e portata dal suo nuovo padrone, Emanuele, che ringraziamo con tutto il cuore. Pippi è ancora molto magra e debole, ma i dottori dicono che si riprenderà del tutto. Vi aggiorneremo presto con nuove foto.

Abbiamo urgente bisogno di un aiuto economico per pagare le cure di Pippi, che hanno fatto aumentare ancora il nostro debito con le cliniche veterinarie e per poter così prelevare altri cani dal canile di Cicerale.